Abbronzatura perfetta?

Fin dalla tavola con una corretta alimentazione

Agosto, mese per antonomasia di grandi partenze. Come preparare la nostra pelle grazie all'alimentazione?

Il sole, lo sappiamo, può essere molto pericoloso, in quanto i suoi raggi ultravioletti, se non vengono schermati correttamente con l’utilizzo delle apposite creme, possono provocare macchie, invecchiamento precoce e, nei peggiori casi, tumori della pelle.

È sempre bene, dunque, prendere le adeguate precauzioni e prepararsi all’esposizione al sole in modo corretto. Soprattutto coloro che possiedono una pelle molto delicata e sensibile, nelle settimane precedenti l'esposizione farebbero bene ad assumere abbondanti dosi di beta carotene, presente in molti alimenti come le carote, i pomodori, i peperoni, la zucca, le albicocche e le fragole o assumibile in capsule apposite.

Esso, infatti, contrariamente a quanto si pensa non stimola la produzione di melanina, fondamentale per proteggerci dai raggi ultravioletti e prodotta dal nostro corpo al momento dell’esposizione al sole, ma accumulandosi nel tessuto adiposo e nella cute e agendo in combinazione con essa evita che il sole abbia un’azione diretta e quindi pericolosa sulla nostra pelle.

Saranno sufficienti 100 grammi di beta carotene al giorno per ridurre il rischio di scottature e lesioni. Ovviamente a ciò va, però, accompagnato l’uso della crema solare durante l’esposizione. Il fatto che senza ci si abbronzi di più e meglio è una menzogna, in quanto la nostra pelle non protetta non si abbronza ma si brucia e passato l’effetto della scottatura non resterà quel bel colorito dorato ottenibile, invece, con l’utilizzo delle creme.

Se non avete una pelle troppo chiara e delicata potete usare protezioni medie, al contrario saranno necessarie protezioni alte o molto alte se non volete incorrere in fastidiosi e dolorosi eritemi. Dopo l’esposizione al sole ricordatevi di idratare la vostra pelle. Essa, infatti, dopo le esposizioni è “assetata” e necessita di creme apposite emollienti e contenenti vitamina E, in grado di rinfrescarla e rigenerarla.

Infine ricordate, che l’elemento fondamentale nella nostra protezione è la moderazione. Non siate “ingordi” i primi giorni di mare o finirete per stressare troppo la vostra pelle. Limitatevi, dunque, a qualche ora di esposizione per aumentarle, poi, progressivamente nei giorni successivi. 

Il risultato, vedrete, sarà comunque assicurato!

condividi su