Abbronzatura perfetta

Istruzioni per l’uso

Il caldo si fa attendere, ma alcuni timidi raggi di sole primaverile risvegliano in tutte noi la voglia di stenderci al spiaggia e lasciare che la sua azione elimini il pallore invernale che ha la nostra pelle.

Ma conosciamo tutti i segreti per preparare la pelle al sole ed esporci al meglio?
Una pelle preparata può essere più ricettiva e risultare fin dalle prime esposizioni abbronzata senza correre rischi. Come prima cosa potrebbe essere molto utile recarsi in un centro estetico e farsi fare un trattamento di pulizia del viso. Ma questo non sarà sufficiente se non prolungherete gli effetti benefici del trattamento con cure quotidiane.

Cosa fare?
Primo step: esfoliare la pelle

Settimanalmente esfoliate la pelle sia del viso che del corpo con un gommage specifico, che elimini le cellule morte e mantenga i vostri pori puliti. Potete avvalervi anche dell’aiuto di un guanto di sisal per quanto riguarda l’esfoliazione del corpo.

Secondo step: idratare la pelle
Mantenere la pelle idratata è il segreto principale per far si che l’abbronzatura che prenderete non riguardi cellule già morte, destinate quindi a durare ben poco. Applicate settimanalmente una maschera rigenerante e quotidianamente una buona crema idratante. Inoltre, almeno un mese prima dall’esposizione più massiccia al sole, iniziate ad applicare ogni sera un siero specifico rivitalizzante e attivatore dell’abbronzatura.

Terzo step: curare l'alimentazione
Anche gli alimenti possono favorire la salute della nostra pelle e l’efficacia dell’abbronzatura. Ecco perché in questo periodo dobbiamo incentivare l’assunzione di carotene, che possiamo trovare in carote, melone e albicocche, e preferire verdure a foglia verde, stimolanti la rigenerazione della pelle.

Ma se questi semplici step vi permetteranno di arrivare prontissime alle prime esposizioni al sole e alle settimane di ferie al mare, quali consigli seguire perché le prime giornate al sole non si trasformino in un incubo?

Innanzitutto, utilizza per i primi giorni un SPF più alto, anche se il tuo fototipo non si presenta così sensibile. Questo ti aiuterà a evitare di traumatizzare la pelle, che in questa stagione di transizione è particolarmente pallida. Come tutti gli esperti consigliano, evita di prendere il sole tra le ore 12 e le ore 15, quando risulta essere più aggressivo. Questo non vuol dire che ti devi rinchiudere in casa, ma cerca un po’ di rilassante ombra e applica comunque la tua protezione.

Ricorda, è fondamentale proteggersi anche in montagna, l’altitudine è pericolosa quanto i tropici. Nei momenti di divertimento in acqua, sulla sabbia o sulla neve (se ami le vacanze wild in alta montagna) presta attenzione ai riflessi, che possono risultare particolarmente pericolosi e amplificare il potere dei raggi solari.

Infine, non dimenticare mai di riequilibrare la salute della tua pelle al termine dell’esposizione con i giusti prodotti doposole.

condividi su