Acconciature da sport

Funzionali e cool

Fare sport richiede una grande forza di volontà e determinazione, specie in estate quando le alte temperature rendono complessa anche una semplice camminata, nonostante il piacere di allenarsi all’aria aperta sia notevole rispetto ai tristi allenamenti invernali. Ma se è vero che durante l’attività sportiva, l’aspetto estetico passa in secondo piano, è altrettanto vero che è necessario trovare una sistemazione per… i nostri capelli. E questo sia per non apparire delle pazze isteriche, con le acconciature più disparate, ma anche per essere comode e non avere sempre i capelli davanti agli occhi o a contatto con il viso accaldato.

Ma quali sono le acconciature migliori a seconda dello sport che praticate? Scopriamolo insieme.

Coda di cavallo, un classico intramontabile
È forse l’acconciatura più semplice da realizzare, quella che tutte noi donne siamo solite fare quando abbiamo particolarmente caldo o anche e semplicemente per concentrarci e non avere fastidi esterni, a partire dai nostri capelli. La coda di cavallo è perfetta per tutti gli sport particolarmente dinamici, come la corsa, il beachvolley, il basket, in quanto disciplina molto i capelli e ci permette di non esserne disturbate. 

Per assicurare la massima durata è preferibile utilizzare della schiuma o della cera sulle lunghezze, in modo tale che i capelli siano ancora più definiti. E se temete che la vostra coda, dietro gli stimoli dello sport, possa progressivamente cedere utilizzate l’elastico per capelli con gancio, perfetto per una tenuta intensa.

Bon o chignon, funzionale ed elegante
Altra acconciatura che noi donne siamo solite realizzare è quella dello chignon, particolarmente indicato in tutti quegli sport nei quali anche la coda di cavallo, specie se lunga, può dare fastidio. Un esempio? Lo chignon è molto utile se fate nuoto e dovete far rientrare facilmente i capelli nella cuffia o se amate pattinare.

Avete due alternative per la sua realizzazione: raccogliere direttamente i capelli girandoli su se stessi e bloccandoli con un elastico o (per avere maggior sicurezza di durata) procedere alla realizzazione dello chignon partendo da una coda di cavallo. Un segreto per assicurarsi ulteriore resistenza è quello di bagnare le punte prima di realizzarlo, in modo da disciplinarle e renderle più aderenti tra loro.

Treccia, intellettuale e chic
Per sport molto più meditativi (ma non meno faticosi, ve lo assicuriamo), come lo yoga, potete optare per una pratica treccia alla francese, tenuta morbida. In questo caso si potrebbe presentare un problema se non avete lunghezze pari, ma capelli scalati, che tenderanno quindi a ribellarsi. Come nel caso dello chignon potete optare per bagnare leggermente le lunghezze, in modo da disciplinarle. La sensazione del capello umido vi aiuterà a combattere anche il caldo e l’afa.

condividi su