Capelli ricci alla riscossa

Il fascino irresistibile delle chiome ricce e naturali

Teste ricce alla riscossa! Sulle passerelle, nei set pubblicitari e cinematografici. 

Ovunque spopola la moda dei ricci ribelli, sicuramente non facili da gestire, ma che assicurano una ribelle sensualità davvero irresistibile e conferiscono un fascino unico alla donna che li porta.

Non cercate, dunque, di lisciare i vostri bei ricci, con stressanti piastre o con trattamenti aggressivi. Per questa e per la prossima stagione via libera alle folte chiome ricce, che con qualche accorgimento possiamo disciplinare nel modo corretto, pur mantenendone quell’aspetto pazzerello che tanto le contraddistingue.

Il problema maggiore del riccio è l’effetto crespo, limitabile, però, con molta pazienza e con l’uso di impacchi o shampoo nutrienti e con delle creme specifiche, da utilizzare davvero molto spesso e da lasciar agire per diversi minuti durante ogni lavaggio. 

Nel momento in cui applicate uno shampoo o una crema nutriente, è bene massaggiare intensamente il cuoio cappelluto, per favorire la micro circolazione sanguigna.

Inoltre, per quanto assurdo possa sembrare, il capello riccio risulta più perfettamente definito quando non è lavato, proprio perché il crespo viene alimentato dall’uso dell’acqua e del phon. 

Non esagerate, dunque, con i lavaggi. Massimo tre alla settimana saranno più che sufficienti.

In fase di asciugatura, invece, utilizzante una buona schiuma per definire i vostri boccoli e servitevi del diffusore per asciugare in modo corretto i vostri ricci. 

Infine, una volta asciugati i capelli e dopo aver dato loro volume a testa in giù, definite con una spazzola le punte del vostro riccio, lasciando inalterata invece la radice.

Di certo tutto ciò costa un po’ di impegno e di fatica, ma la bellezza di una folta chioma riccia non ha davvero prezzo.

condividi su