Come proteggere i capelli durante l'inverno?

Segui i consigli di BeautyStar!

Il freddo, gli ambienti chiusi, lo smog, l’umidità e il riscaldamento interno, possono scombussolare lo status quo dei capelli che necessitano di cure particolari durante i mesi più rigidi. Essi, infatti, risultano crespi e meno luminosi rispetto ai periodi primaverili ed estivi e c’è bisogno di idratarli e nutrirli molto più spesso. 

Ecco perché la tua routine di bellezza di questo appena iniziato nuovo anno deve prestare attenzione anche ai capelli. Segui i consigli di BeautyStar!

Lo shampoo
Sceglilo anti-smog e indicato per lavaggi frequenti se vivi o lavori in città e, quindi, i tuoi capelli si ingrassano molto più spesso, lavandoli così almeno una volta ogni due giorni. Se, invece, li hai secchi opta per una soluzione idratante con ingredienti dalle proprietà ammorbidenti e districanti. Contrasta l’opacità facendo tuo uno shampoo illuminante, a base di semi di lino.

Il balsamo e le maschere
Questi due prodotti sono importantissimi per regolare il livello di idratazione, morbidezza e pettinabilità. Applica sempre il balsamo dopo aver tamponato con un asciugamano (ma mai strofinato) i capelli lavati e lascialo agire per almeno 3-5 minuti. Procedi con una maschera nutriente per 15 minuti almeno una volta a settimana. Scegli prodotti contenenti sostanze emollienti e nutrienti come il burro di Karitè o l’Aloe, perfetta se hai i capelli ricci.

I trattamenti leave-in
Prima di passare all’asciugatura, munisciti di un prodotto da non risciacquare, ma che non appesantisca la tua chioma. Dai un’occhiata alle emulsioni anti-crespo e liscianti oppure in grado di definire e mantenere elastici e vaporosi i tuoi ricci.

I trattamenti notturni
Se non hai tempo di fare piega e lavaggio la mattina, lascia agire un prodotto a base di olio d’Argan, di macadamia o di cocco sui capelli umidi e arrotolati in un panno per tutta la notte. Vedrai, poi, la differenza!

Un consiglio in più per capelli puliti più a lungo? Diluisci lo shampoo in un bicchiere ampio d’acqua e, solo successivamente, versalo sulla chioma, massaggiandola partendo dal cuoio capelluto, di modo che tutte le sostanze contenute, nonché tensioattivi in primis (cioè quelle che lavano via lo sporco), si distribuiscano al meglio.

condividi su