Gastrite addio

Liberarsi per sempre dal fastidioso problema

Chi di noi nella vita non ha mai avuto il classico “bruciore di stomaco”? Chi per aver mangiato mezzo chilo di carne alla griglia, chi per essersi abbuffato di cioccolatini, chi per situazioni di forte stress. La gastrite è un’infiammazione acuta o cronica della parete interna dello stomaco ed è un problema che affligge circa il 20% della popolazione.

Le cause, però, sono disparate, possono essere di natura alimentare, ma anche psicologica, per questo è difficile definirne i dettagli senza un’analisi approfondita. Malgrado questo ci sono degli accorgimenti che, se non riescono a eliminare del tutto il problema, possono quantomeno arginarne gli effetti negativi.

La prima cosa da fare, non solo per la gastrite, ma per la salute in generale, è non fumare. La nicotina stimola la secrezione acida dello stomaco e favorisce l’insorgere della gastrite e, in casi più gravi, di ulcera gastrica e duodenale. Un vero e proprio effetto distruttivo sull’apparato digerente. Una buonissima abitudine, molto spesso sottovalutata, è quella di masticare lentamente, in modo tale da permettere allo stomaco di produrre acidi e succhi digestivi sufficienti all’assimilazione dei cibi. Durante la masticazione riduciamo il volume dell’alimento ingerito, diamo tempo allo stomaco di prepararsi all’arrivo del cibo e ingeriamo meno aria, facilitando l’accettazione degli alimenti da parte del nostro organismo.  

Avete mai sentito parlare della dieta dissociata? Sicuramente per chi presenta problemi digestivi e bruciore gastrico, una buona regola potrebbe essere quella di non mescolare carboidrati e proteine durante i pasti, preferendo i primi a pranzo e i secondi a cena, rigorosamente abbinati ai vegetali. Meglio, poi, limitare il consumo di caffè alle prime ore della giornata ed evitare di mangiare frutta dopo i pasti, che aumenterebbe solo il gonfiore addominale e potrebbe appesantire la vostra digestione.

Anche la natura viene in nostro soccorso con una serie di alimenti che possono aiutarci nella lotta alla gastrite. La camomilla non rilassa solamente la mente, ma anche la muscolatura dello stomaco, dandoci sollievo in caso di dolori addominali. Fate diventare un rito bere una tisana di camomilla (ancora meglio se sciolta e non in filtro) alla sera prima di coricarvi. 
Anche la carota è un ottimo coadiuvante, essendo ricca di pectina, che come un gel si deposita sulle pareti dello stomaco e le ripara dall’effetto degli acidi. Nondimeno, contiene l’amato beta-carotene, che favorisce la rimarginazione di eventuali ulcere.

Che dire poi del limone? Anche se apparentemente potrebbe sembrare impossibile, l’agrume acido per eccellenza è un ottimo rimedio naturale per neutralizzare l’iperacidità gastrica. Bevete il suo succo (basta mezzo frutto) diluito in un bicchiere di acqua tiepida, la mattina appena svegli. L’acqua e limone insieme hanno un potere alcalinizzante senza eguali, regolarizzano il pH dello stomaco e riducono l’effetto acido degli altri alimenti. Potrebbe essere utile procurarsi una tabella (la trovate facilmente in rete) dove sono elencati i cibi acidi e quelli alcalini, così da poterli variare e abbinare in modo corretto. Per quanto riguarda le spezie, una delle più portentose a nostra disposizione è sicuramente lo zenzero. Per comodità potete comprarlo in polvere e aggiungerlo alle vostre tisane oppure masticarne un pezzetto fresco prima dei pasti. Sarà molto utile per stimolare la digestione e proteggere lo stomaco dalle infiammazioni causate dalla gastrite. 

In generale, occorre rivedere la propria alimentazione e renderla nel complesso più leggera e povera di grassi, cercando di sviluppare una personale sensibilità che vi aiuti a capire quali cibi è meglio evitare. Sicuramente le cattive abitudini alimentari giocano un ruolo importante nella lotta alla gastrite, ma altrettanto lo sono i ritmi serrati di vita. La frenesia che ci circonda, il dispendio continuo di energie, il poco tempo che riusciamo a dedicare a noi stessi, sono una delle principali cause. Se desiderate davvero stare bene, ritagliate dello spazio per voi stessi, dormite almeno 6 ore a notte e non saltate mai i pasti, nemmeno se avete mille cose da finire. Il tempo è un lusso che ognuno di noi si deve permettere, soprattutto quando entra in gioco la nostra salute.

condividi su