I benefici della corsa

Salute per corpo e mente

La primavera è ormai iniziata, le giornate si allungano e la prova costume si avvicina… sapete cosa significa? Che è arrivato il momento di mettersi in moto! Con l’arrivo delle belle giornate, una corsetta all’aria aperta è l’ideale per riattivare il metabolismo e sentirci subito meglio.

Prima di tutto, correre significa ossigenare il nostro organismo. È il beneficio più grande che possiamo trarne: grazie ad un maggiore apporto di ossigeno, la nostra salute ha una marcia in più. La respirazione si affina e, gradualmente, iniziamo a percepire lo sforzo in maniera più tenue: il diaframma si espande, il battito si disciplina e “spezziamo il fiato”. È la definizione che, in gergo comune, diamo alla nostra continuità durante la corsa, per dire che non ci fermiamo. Specialmente a un livello principiante, è importante capire come ottimizzare il fiato e possiamo anche respirare con la bocca. È essenziale non andare in apnea per massimizzare la velocità, piuttosto rallentiamo un poco il ritmo. I runner più esperti ci consigliano di correre inspirando ed espirando con un movimento di pancia, evitando di concentrare la nostra attenzione sui polmoni. È una pratica difficile che va sperimentata prima, poiché non siamo minimamente abituati a questa condizione.

Anche il cuore trae un enorme beneficio, grazie al famoso jogging. Specialmente si rafforza la gittata cardiaca, cioè la forza con cui il cuore pulsa il sangue. Correndo, si accelerano i tempi di trasporto del flusso e di conseguenza si ottimizza il processo respiratorio e di (ri)generazione di energia. Il rischio di contrarre malattie cardiache è minimizzato, come la pressione arteriosa. Inoltre, quando i vasi sanguigni sono in buona salute, anche il colesterolo si riduce e con lui il pericolo di diabete e infarto.

Correre è un aiuto anche al sistema immunitario: la sollecitazione continua dei muscoli è il segreto per un rapido rinnovo cellulare e per la produzione di anticorpi. Infatti, chi regolarmente si dedica alla sua mezz’oretta di cardio, è meno incline ad ammalarsi di influenza, raffreddore o altri disturbi virali.

Per non parlare dei benefici che la corsa ha sulla nostra mente. Quando si va a correre, si scatena un processo di produzione di ormoni del buonumore (la seratonina). Significa che fare jogging funziona come antidepressivo naturale, stimolando riflessione, creatività e abbassando la pressione. Lo stress è notevolmente ridotto e il sonno migliora. Infatti, il riposo si regola, permettendoci di svegliarci con una maggiore energia.

In più, ovviamente, andare a correre ci aiuta a perdere peso! Si bruciano moltissime calorie, perché essendo uno sport aerobico (quindi che implica l’utilizzo di ossigeno) si prende l’energia dai grassi e dagli zuccheri. Al contrario, un allenamento anaerobico potenzia il muscolo, tonificando ma aumentando la massa muscolare. Con la corsa il fisico si asciuga e il consumo calorico continua anche dopo la sessione di training: il metabolismo ha ricevuto una scossa, per cui anche il cibo che ingeriremo in seguito verrà processato in modo più rapido.

Infine, ricordiamoci di indossare l’abbigliamento adeguato per andare a correre! Durante i mesi con temperature ancora fresche, è molto importante indossare capi termici e che trattengano il calore, fondamentali per evitare scomodi crampi. Le scarpe, poi, dovrebbero rispecchiare le esigenze del runner: secondo postura, camminata, salute e condizioni del fisico, esistono diversi tipi di calzature tra cui scegliere. Il momento ideale per andare a correre è la mattina, due ore dopo esserci svegliati, oppure il tardo pomeriggio: in mattinata ci aiuta ad affrontare la giornata con più forza e positività, mentre, al crepuscolo funge come momento per scaricare la tensione accumulata. Evitiamo di dare vigore al corpo poco prima di coricarci: potremmo faticare a prendere sonno e l’effetto di relax verrebbe rimpiazzato da una scarica di adrenalina!

condividi su