La maschera per capelli

Come applicarla correttamente?

Quando cambia la stagione i nostri capelli non possono che risentirne. Ai tradizionali motivi stagionali per i quali la loro forza e resistenza sono messe a dura prova, si aggiungono tutti i fattori di stress ai quali i nostri capelli sono sottoposti quotidianamente.

Non ne siete convinte? Soffermiamoci un attimo.
Fin dalla mattina, quando ci rechiamo a lavoro i nostri capelli subiscono almeno l’azione dello smog, della polvere e della sporcizia che assorbono all’esterno e nei diversi ambienti. Se il tempo atmosferico è brutto, pioggia e vento vanno a intaccare il loro equilibrio, se il tempo è bello il sole fa la sua azione disidratante (anche se restiamo esposte per poco tempo).

Arrivate a lavoro nel 90% dei casi iniziamo quel tremendo gioco del “Li lego o non li lego?”. Sì, perché sciolti davanti al computer tendono a dare fastidio allora li leghiamo, ma poi ci ricordiamo che con la coda non stiamo molto bene o che li abbiamo appena lavati e acconciati e quindi li sleghiamo.

La giornata prosegue, magari mangiamo pure male e di fretta non sostenendo i nostri capelli neanche con l’alimentazione, fino a che arriviamo a sera. E a quel punto diamo loro la batosta finale, con phon e piastre bollenti dopo l’ennesimo lavaggio. Non risultereste anche voi stressate dopo una giornata del genere?

Ecco perché è fondamentale utilizzare al meglio uno dei più importanti beauty tool per i capelli: la maschera. Essa, infatti, li aiuta a rinforzarsi, donando loro energia e vitalità anche nel caso di capelli molto rovinati. Ovviamente dobbiamo scegliere quella più adatta a seconda della tipologia dei nostri capelli e del problema che vogliamo risolvere con l’utilizzo della maschera (capelli secchi, sfibrati, doppie punte, capelli colorati, capelli poco luminosi, capelli grassi, ecc.), ma soprattutto dobbiamo imparare ad utilizzarla al meglio.

Applicarla sotto la doccia così come facciamo con il balsamo ci servirà solo a farci sentire meno in colpa, ma non risolverà il problema. Vediamo insieme come eseguire una corretta applicazione della maschera.

Innanzitutto, nella maggioranza dei casi la maschera richiede di essere applicata sui capelli umidi appena lavati e di essere rimossa con un risciacquo. Ecco perché spesso facciamo l’errore di applicarla come applichiamo il balsamo, non permettendole di agire al meglio. Qualsiasi maschera, infatti, raggiunge il suo massimo effetto restando in posa per almeno 5 minuti, che arrivano a 20 a seconda del prodotto. 

Non potrete di certo restare sotto la doccia tutto quel tempo, a meno che non prendiate l’occasione per curare la vostra depilazione. In caso contrario il consiglio che vi diamo è quello di uscire, asciugarvi, tamponare delicatamente i capelli e applicare la maschera, sempre e solo sulle lunghezze evitando il contatto con la cute.

A questo punto riscaldate un asciugamano con il phon e applicatelo attorno ai vostri capelli raccogliendoli e avvolgendoli tutti. Il calore dell’asciugamano permetterà alla maschera di agire ancor più velocemente e intensamente. Trascorso il periodo indicato sul prodotto potete passare al risciacquo, se non volete tornare sotto la doccia potete farlo con il getto del lavandino. L’importante è non lasciare residui che possano appesantire il capello.

Quanto spesso ripetere il trattamento? Nei periodi di intensa caduta, potete applicare la maschera una volta alla settimana, per andare quindi a diminuire fino a una volta ogni 15/20 giorni.

condividi su