Mai più gambe gonfie

Avere gambe leggere come una piuma

L’estate ormai è molto lontana, ma il pericolo “gambe gonfie” è sempre in agguato. Le gambe, si sa, risentono più di ogni altra parte del corpo del peso della giornata e sappiamo che la maggioranza di noi passa le canoniche 8 ore al giorno seduto o in piedi, favorendo la sensazione di pesantezza che le nostre gambe provano a fine giornata.

Però, anche se per i prossimi sei mesi lasceremo andare le nostre gambe in letargo sotto strati di tessuto, questo non è il momento giusto per metterle da parte, anzi, è fondamentale averne cura fin da subito per ritrovarle la prossima estate pronte alla gonna! Vediamo allora come sgonfiare le gambe e sentirle leggere come una piuma.

6 tips per avere gambe leggere.

Eliminare il sale è la prima regola per ridurre la ritenzione dei liquidi negli arti inferiori. Se, però, amate insaporire i cibi, perché non provare a sostituirlo con erbe aromatiche e spezie, come rosmarino, curcuma e zenzero? Se invece non volete proprio rinunciarci, ricordate di usarlo solo durante la cottura dei cibi, mai dopo! I piatti salati all'inizio del processo di cottura risulteranno più freschi e sani di quelli salati alla fine.

Ridurre gli zuccheri semplici contenuti in merendine e cibo spazzatura in genere. Dal punto di vista nutritivo non è diverso dal mangiare plastica: sono poveri di vitamine, antiossidanti, acidi grassi essenziali, ma molto ricchi di glucidi raffinati, grassi saturi e colesterolo. Una bomba a orologeria per il fegato e il benessere del corpo in generale.

Consumare cibi ricchi di magnesio, potassio e fibre e inserire sempre nel menù quotidiano frutta e verdura, soprattutto quella di colore rosso, viola e blu scuro. Grazie alla presenza di pregiati antiossidanti della famiglia dei polifenoli, questi alimenti garantiscono la tonicità dei tessuti venosi; via libera quindi a uva nera, ribes, mirtilli, more (considerateli anche in marmellata), cavolo rosso, melanzane, rape rosse, carote e patate viola.

Cambiare spesso posizione, soprattutto se passate molte ore seduti. Ricordate di alzarvi e sgranchire le gambe almeno ogni due ore con una passeggiata, e se invece vi capita di non trovarne il tempo, mettete sotto la scrivania uno sgabellino che mantenga le cosce sollevate dalla sedia. Ogni tanto potete anche accavallare le gambe e fare dei cerchi in aria con i piedi, oppure contraete i muscoli delle cosce per 10 secondi e rilassateli, almeno una decina di volte in sequenza.

Alzare le gambe la sera almeno 15 minuti, per favorire il ritorno del sangue al cuore e defaticare le gambe. Se volete potenziare l’effetto di questa posizione, frizionate le gambe con un prodotto specifico e fate dei movimenti circolari intorno alle caviglie e risalite verso l’alto: questo favorirà la circolazione del sangue e ridurrà il ristagno dei liquidi nella parte inferiore degli arti.

Ultimo ma non ultimo, forse il consiglio più inflazionato che ci sia: bere tanta acqua! Non dovete annegare il vostro corpo ovviamente, ma ricordate di bere con regolarità piccole quantità d’acqua durante la giornata, scegliendone una con residuo fisso inferiore a 100 mg/l.

condividi su