Profumi e fragranze

Tutto sulla loro applicazione

Il profumo è uno degli accessori di bellezza più intriganti e particolari. Ci conferisce personalità, grinta e quella dose di mistero che certamente non guasta. Ma siamo sicure di conoscere tutti i segreti che il profumo riserva? Ecco 5 cose che forse non tutte sanno e che vi aiuteranno a sfruttare al meglio le potenzialità che il ciascun profumo offre.

Dove spruzzarlo?
L’applicazione del profumo può sembrare un fattore del tutto casuale, ma non è così. La scelta dei giusti punti vi permetterà di sfruttare al meglio la sua intensità e prolungarne gli effetti. I punti da prediligere sono quelli venosi, dove è maggiore il flusso di sangue, come l’incavo delle braccia e delle ginocchia, i lobi delle orecchie, la base del collo e i polsi. Non spruzzatelo dietro alle orecchie, poiché la parte grassa della pelle tenderà a trattenere la fragranza e se lo applicate sui polsi non commettete l’errore di strofinarli tra loro. Andreste solamente ad alterare la fragranza stessa.

Come spruzzarlo?
L’applicazione ideale è a circa 20 centimetri dalla pelle, in modo che l’area sia il più estesa possibile, dal basso verso l’alto, per non perdere gocce di prodotto. Eau de parfum o eau de toilette? Il pafum ha una concentrazione maggiore di essenza e una dose inferiore di acqua. L’effetto è, quindi, più intenso. La soluzione ideale potrebbe essere quella di utilizzare l’au de parfum nelle stagioni fredde e l’eau de toilette, più leggera e fresca, nelle stagioni calde.

Come renderlo più persistente?
Se vuoi prolungare la durata del tuo profumo forse non sai che non è necessario ripetere la sua applicazione spessissimo o sceglierlo particolarmente intenso, ma devi controllare l’idratazione della tua pelle. Una pelle poco idratata, infatti, tenderà ad assorbirlo velocemente. La soluzione? Utilizza prima dell’applicazione del profumo una crema idratante della stessa fragranza.

Dove non spruzzarlo?
Un’errore che tutte commettiamo è quello di spruzzare il profumo sui capelli, per sentire la sua fragranza anche sulla nostra chioma, e sui vestiti. Nel primo caso il rischio è che le componenti alcoliche del profumo irritino il nostro cuoio capelluto, ovviamente se non si tratta di versione specifiche come quelle che molti brand di profumi già realizzano. Nel secondo caso che certi tessuti vengano macchiati dal profumo stesso. Limitiamoci, dunque, a spruzzarlo sulla pelle.

condividi su