Salute bio: la curcuma

Tutti i benefici della spezia magica

Un cucchiaio al giorno toglie il medico di torno!

Negli ultimi anni siamo bombardati da notizie sulle spezie più disparate dalle famigerate proprietà benefiche, quasi pozioni magiche che sembrano risolvere tutti i mali. La realtà poi è un’altra, ma sicuramente ci sono spezie che possono davvero aiutarci a sconfiggere piccoli fastidi quotidiani, come la digestione difficile o la poco concentrazione. Fra queste va nominata una di quelle che vanta più virtù e benefici, la meravigliosa curcuma.

Una dosa giornaliera di questa spezia arancione, chiamata anche “zafferano delle indie”, dona al nostro corpo un’ondata di benessere. Vediamone in dettaglio i benefici:

E’ un potente antinfiammatorio, in grado di alleviare i dolori articolari e ridurre le infiammazioni. Viene utilizzata spesso per curare l’artrite perché sfiamma e lenisce il dolore.

Vanta inoltre proprietà antiossidanti e disintossicanti, in quanto rafforza il sistema immunitario, limita l’azione dei radicali liberi e aiuta l’organismo a ripulirsi dalle scorie.

Forse la sua virtù più conosciuta è quella digestiva: un cucchiaino a giorno di curcuma (da 3 a 5 grammi) migliora la digestione e il funzionamento di stomaco e intestino, ne allevia i dolori e gli spasmi e regolarizza le funzioni gastriche. Ma non sonl! Studi scientifici confermano che il consumo giornaliero di curcuma aiuti a combattere il colesterolo perché facilita lo smaltimento dei lipidi.

Una cosa fondamentale da tenere a mente è che la curcumina, il principio attivo principale, ha una scarsa bio-disponibilità e per questo è consigliato consumare la curcuma associata al pepe nero o all’olio di oliva. Se hai intenzione di acquistare un integratore alimentare ricorda di controllare l’etichetta e la presenza di almeno un odi questi due elementi. Se invece vuoi assumerla giornalmente attraverso la cottura dei cibi, ricorda che è sempre meglio utilizzarla a crudo, quindi aggiungerla a fine cottura per evitare la dispersione dei suoi principi nutritivi.

La ricetta delle meraviglie: Golden Milk

Questa straordinaria spezia ti incuriosisce e vuoi godere dei suoi benefici? Scopri la ricetta del Golden Milk! Chiamato anche Latte d’oro, questa bevanda di origine antichissima va bevuta tutte le mattine a digiuno per 40 giorni e permette di godere a pieno di tutte le proprietà della curcuma. La preparazione è semplicissima e ti serviranno pochi ingredienti: 

- curcuma 40 g 

- acqua 130 ml 

- pepe nero 

- olio di cocco alimentare (o di mandorle) 

- latte vaccino o vegetale (quello che si preferisce) 

- cannella, miele a piacimento

Per prima cosa va preparata la pasta di curcuma, che potrai conservare in frigo per 40 giorni (la durata del trattamento). Metti l’acqua su un pentolino, aggiungi la curcuma, mezzo cucchiaino di pepe nero e stempera per bene con un cucchiaio di legno; continua a mescolare fino ad ebollizione. La consistenza dovrà essere densa e omogenea e dovrai conservarla in frigorifero in un barattolo di vetro ermetico.

A questo punto avrai la tua pasta di curcuma pronta per realizzare circa 40 tazze di Golden Milk. Ti basterà scaldare una tazza di latte (vaccino, di avena, di mandorla, di soia, di riso) e sciogliere dentro mezzo cucchiaino di pasta di curcuma. Aggiungi un cucchiaino di olio di cocco alimentare e a piacimento un cucchiaino di miele e una spruzzata di cannella. Il latte d’oro è pronto! 

Consumalo la mattina appena sveglia o se preferisci la sera prima di andare a dormire: sogni d’oro assicurati!

condividi su